PARROCO - Parrocchia Morbio Inferiore

Vai ai contenuti

Menu principale:

PARROCO

CONTATTI
Parroco

....


Parroco Arciprete: Don Guido Pagnamenta

Telefono parrocchia: 
091 683 17 77

Indirizzo postale:  
Casa parrocchiale
CH-6834 Morbio Inferiore


e-mail:


DON GUIDO PAGNAMENTA


Attinente di Frasco, è nato a Barbengo il 16 settembre 1961.
Entrato in Seminario dopo le scuole elementari, ha compiuto gli studi ginnasiali, liceali e teologici rispettivamente nel Collegio Pio XII di Breganzona-Lucino, nel Collegio Papio e all’Università di Friborgo.
Ha ricevuto l’ordinazione presbiterale il 5 aprile 1986.
Dopo alcuni anni quale operatore pastorale in Vallemaggia con residenza a Cavergno, nel 1993 è stato nominato vicario della parrocchia Cristo Risorto a Lugano, mentre nel 2000 gli è stata affidata la cura pastorale, quale parroco, di Rivera, Bironico e Camignolo, con la giurisdizione estesa anche alle comunità di Isone e Medeglia.
Nel 2006 è ritornato a Lugano quale parroco della Comunità del Cristo Risorto.
Per diversi anni è stato attivo a livello diocesano nella pastorale giovanile, quale membro della rispettiva commissione e quale assistente.
È membro del Consiglio presbiterale diocesano, del Consiglio di Fondazione della Fondazione Vanoni a Lugano e assistente dell’Ospitalità diocesana Nostra Signora di Lourdes.



IL SALUTO DAL NUOVO ARCIPRETE


Carissimi fratelli e sorelle,

è giunto il tempo di dire insieme con gioia un rinnovato sì al Signore. Nell’obbedienza a Lui viviamo infatti l’autentica povertà evangelica e la radicale e salutare dipendenza da Colui che è il nostro tesoro, il nostro Unico Bene.
Ringrazio il Signore per tutti i parroci di valore che mi hanno preceduto e, in particolare, il caro don Claudio che mi consegna la fiaccola.
Chiedo per intercessione di Maria, il “miracolo” della comunione fraterna costruita giorno per giorno, quale prima testimonianza del nostro appartenere a Gesù. Sono convinto, infatti, che l’unità, sia il bene più prezioso, senza il quale non possiamo meritare la presenza del Risorto in mezzo a noi.
Quanto a me cercherò un’unica cosa (e solo Dio sa se ci riuscirò): volervi bene, cercando di testimoniarvi l’Unico Bene. A voi chiedo di rivolgere al Signore di tanto in tanto, per me e per tutti i miei confratelli sacerdoti, questa preghiera di Mons. Angelo Comastri.

«Signore Gesù, tu hai chiamato Pietro e Andrea, Giacomo e Giovanni e una schiera innumerevole di uomini, ai quali hai regalato la tua fiducia per continuare la tua opera, per seminare la vera speranza, per curare l’infelicità umana. Grazie, Signore, per il dono del sacerdozio!
Grazie per aver chiamato degli uomini peccatori a lottare contro il peccato degli uomini! Donaci, o Signore, uno stupore inesauribile e una fede grande per accogliere questo dono che nasconde il dono del tuo Amore.
Grazie, Signore, per averci amato così! Grazie per il sacerdote che ci ha battezzato, per i sacerdoti che ci hanno dato il tuo perdono, per i sacerdoti che ogni giorno ci regalano l’Eucaristia.
Grazie per il sacerdote che ci darà il perdono nell’ultimo giorno della vita. Signore, abbi pietà di noi e manda anche oggi santi sacerdoti alla tua Chiesa».
(Card. Angelo Comastri)

Torna ai contenuti | Torna al menu